PODERI LUIGI EINAUDI

 

 

La storia dei Poderi Luigi Einaudi ha inizio nel 1897 quando Luigi Einaudi, appena ventitreenne, acquistò in Dogliani la Cascina ‘San Giacomo’ con 40 giornate piemontesi di vigna. Da allora l’azienda ha continuato a crescere, acquisendo nel corso del tempo nuovi prestigiosi vigneti. La superficie dell'azienda agricola è di circa 145 ettari, di cui 52 vitati, suddivisi tra i Comuni di Dogliani; Barolo, colline di Cannubi e Terlo Vie Nuove; Neive, zona del Barbaresco. La filosofia che ha sempre accompagnato i Poderi Luigi Einaudi nelle acquisizioni dei vigneti è che un grande vino può solo provenire da una grande vigna e da un grande Terroir. Ne sono un chiaro esempio una delle prime acquisizioni, il cru San Luigi a Dogliani, e una delle più recenti, il cru Cannubi a Barolo. Quello della qualità è ovviamente il primo obiettivo da raggiungere anche in cantina: i vini prodotti rispecchiano perfettamente l’antica tradizione di Langa, arricchita da apporti innovativi sia nella lavorazione in vigna che in cantina. Le numerose attestazioni che i vini Einaudi hanno ricevuto dalla stampa di settore e dalle maggiori Guide nazionali ed estere confermano che la strada della qualità porta sempre a grandi risultati.

www.poderieinaudi.com